Bespoke. Una vita di stile

Vivere su misura è uno stile di vita. Vivere su misura significa avere grande consapevolezza di se stessi, a volte può essere egoismo o presunzione, altre volte significa conoscere il proprio valore e la direzione della propria strada. Vivere su misura significa avere consapevolezza del proprio Orientamento Interiore. Vivere su misura significa avere la forza di dire no a compromessi, avere il coraggio di andare da soli, andare al massimo della tua velocità, scontrarti, farti male, ma aver provato l’emozione di essere tu a dettare le regole della tua partita. La partita della tua vita. L’unica partita che conta davvero.

Condividiamo la vita con altre persone, le nostre strade si incrociano con altre, alcune sono autostrade, altre carraie. Alcune strade ti porteranno verso burroni e sarai costretto a tornare indietro o lanciarti. Ma poco importa, perché sei sempre tu e tutto ciò che fai, ogni persona che frequenti, ogni giorno che vivi, ogni cosa che guardi, lo stupore che provi, i sorrisi che regali, plasmano UNO STILE DI VITA UNICO.

Bespoke. L’ombelico Vitruviano

Proviamo a impersonificarci nell’uomo di Vitruvio, mettiamoci al centro di un cerchio e di un quadrato e capiamo come tutto è semplice e in equilibrio: SOLIDITA‘ , UTILITA’ e BELLEZZA. Il bisogno di stabilità e di sicurezza, il bisogno di una nostra identità, il bisogno di far sposare insieme queste necessità in un esploso di bellezza, armonia e perfezione che rispecchia il nostro ‘orientamento interiore’. Questo significa pensare su misura.  Si pensa su misura quando ci si trova davanti una tela bianca, si chiudono gli occhi, si raccoglie il meglio di se stessi e si guarda prendere forma il nostro mondo. Noi siamo gli artisti, noi stiamo creando la nostra opera d’arte… che non porta la firma solo in calce. Ma ogni cosa su quella tela respira la nostra essenza, in ogni tratto è distinguibile un aspetto del nostro carattere, in ogni colore un’esperienza vissuta, in ogni tratto le persone che abbiamo incontrato nel nostro percorso e che hanno lasciato un segno più o meno marcato.

Been Spoken For

Bespoke è il valore di noi stessi. E’ unicità. E’ vivere dentro una realtà che ci appartiene. E’ essenza.

Nasce dalla cultura sartoriale inglese, artigianale. Il termine “BEEN SPOKEN FOR” fa riferimento a qualcosa di cui si era parlato. In origine, si fa appello ai vestiti da sartoria dove ogni cosa nasce dalle mani: dalla carezza sui tessuti alla destrezza dell’ago e del filo. Bespoke significa realizzare un abito partendo da zero, anzi no: partendo dalla persona, tagliando, cucendo e modellando un tessuto che il cliente ha scelto per sé. Nessun compromesso. Nessun modello di base. La persona è il modello di se stesso, e la magia che si nasconde dietro il concetto di bespoke è che il tempo è direttamente proporzionale alla realizzazione del vestito: ogni minuto che passa, un dettaglio dell’abito prende forma, un dettaglio che rappresenta la persona.

Bespoke Living

La CONTAMINAZIONE del concetto di bespoke dalla sartoria all’architettura è stato veloce. Sarti e architetti, cambia la professione ma l’approccio alla vita è sempre lo stesso: l’ASCOLTO. Oltre ad innate e apprese capacità professionali queste figure devono godere di una sensibilità straordinaria perché hanno il dovere di capire le persone e contestualizzare il risultato.

Ma capire è diverso da ascoltare: si ascoltano le parole e i rumori, ma il tono di voce, lo sguardo, la gestualità parlano molto più dei suoni che escono dalla nostra bocca. Le figure come il sarto e l’architetto interpretano queste “parole” afone, navigano nell’essenza della persona perché è lì dentro che si nasconde il successo o l’insuccesso del loro lavoro.

L’architettura è fatta di dettagli come noi siamo fatti di sfumature. Le case bespoke sono case vive, dove ogni cosa parla di te… pazienza se gli altri non capiscono o se non apprezzano. La tua casa bespoke è frutto delle tue scelte, a volte emotive altre volte razionali, ma sono semplicemente il risultato di te stesso. E per questo sono AUTENTICHE.

Bespoke Design

Da soli si possono fare grandi cose, ma solo insieme si può arrivare lontano. Nel mondo dell’architettura e del design IL RISULTATO è frutto di due aspetti determinanti: il PENSIERO PROIETTATO e la REALIZZAZIONE.

Il PENSIERO PROIETTATO nasce dal percorso di reciproca conoscenza interiore tra l’architetto e il committente, in cui le competenze dell’architetto unite alla sua indole sensibile, sono in grado di interpretare e cogliere i bisogni delle persone. I sogni e i desideri dei clienti, uniti all’esperienza dell’architetto danno vita a un progetto di altissimo valore, che per prendere forma nella vita reale ha bisogno delle competenze del costruttore: ecco il secondo aspetto per arrivare al risultato, la REALIZZAZIONE. Una realizzazione fatta con la mente, con le mani, con il cuore ma anche con le competenze, con l’esperienza, e il know-how acquisito in anni di attività professionale.

Il nostro mondo ci piace immaginarlo come se le persone fossero la Terra: il nostro pianeta, fonte inesauribile di energia e di risorse, stabile e sicuro ma in continua evoluzione e rotazione (il cerchio e il quadrato dell’uomo di Vitruvio). Attratti come calamite e illuminati dalla sua bellezza, intorno al pianeta flottano ellitticamente i suoi due pianeti: l’architetto e il costruttore. Ognuno nella propria direzione, ognuno nella sua velocità… giorno dopo giorno imparano a ruotare intorno al pianeta, imparano a conoscerlo meglio, imparano ad apprezzarne ogni bellezza. L’architetto e il costruttore, come la forbice sul tessuto, come il filo nell’ago… tessono sinergicamente intorno alla Terra un abito perfetto, trasformando la Terra in un mondo pieno di valore. TU sei il nostro Mondo, NOI la tua Luna.