Progetti

Rivestimento per esterno in legno di Robinia
Mons (Belgio)

Choosing wood for its intrinsic qualities, respecting its origins and history is always a consciuos and far-sighted choise. Wood does not lie, it does not describe itself as perfect in shapes or unchangeable by time: it is honest with itself and with people choosing it. Just when we understand and accept it for what it is and for what it is able to give – and not for what we wish it were – our conscius and far-sighted choice becomes also a winning choise.

The project of the new Congress Centre that is now being finalized in Mons, Belgium, designed by the famous New York-based architecture firm Daniel Libeskind, describes this choice in an emblematic way, becoming its symbol.

The 2.000 square meters of Robinia Wood coating this sculptural structure tell us, on the one hand, of the consciousness with which the architects have chosen this wood – a durable and sustainable material looking even more impressive in its natural oxidation over time – and, on the other hand our abitily to be able to dialogue with this material during the processing and installation phases.

The Robinia wood, so honest and full of vitality, is able to interact actively with the structure, with its users, and above all, with the surrounding environment and the nearby natural park.

Carta di identità:

Progetto di realizzazione del nuovo Centro Congressi di Mons con rivestimento per esterno in legno naturale di Robinia

Architetto: Daniel Libeskind, New York Studio

Realizzazione esecutiva a cura di: JOVE per le opere in legno

Photo Credit: Sofia Uslenghi

Scegliere il legno naturale per le sue qualità intrinseche, rispettarne le origini e la storia è sempre una scelta consapevole e lungimirante. Il legno non mente, non si racconta perfetto nelle forme o inalterabile nel tempo: è onesto con se stesso e con chi lo sceglie. e proprio quando lo capiamo e lo accettiamo per ciò che è e per ciò che sa dare – e non per ciò che vorremmo che fosse – la nostra scelta consapevole e lungimirante diventa anche la scelta vincente. Il progetto del nuovo Centro Congressi nella città di Mons (Belgio),  firmato dal noto studio di architettura newyorkese Daniel Libeskind parla in modo emblematico di questa scelta, diventandone simbolo. I 2.000 mq di rivestimento in legno di robinia della scultorea struttura ci raccontano una parte della consapevolezza con cui i progettisti hanno scelto questa specie legnosa – per le sue caratteristiche di essere un materiale duraturo, sostenibile, e di apparire ancora più suggestivo nella sua ossidazione naturale nel tempo – e dall’altra della sapiente capacità di saper dialogare con questo materiale, sia durante le fasi di lavorazione che di messa in opera. Una volta terminato l’intervento dell’uomo, il legno di robinia, così onesto e pieno di vitalità, saprà interagire in maniera attiva con la struttura, con i suoi fruitori e soprattutto con l’ambiente circostante ed il vicino parco naturale.

Perchè abbiamo scelto di utilizzare il legno naturale? 

Il nuovo Palazzo dei Congressi di Mons, MICX, disegnato dall’architetto Daniel Libeskind, è stato realizzato con una struttura in cemento armato e rivestito in legno e alluminio. Il Rivestimento in legno riguarda la parte bassa dell’edificio ed è realizzato con tavole in legno massiccio di robinia giuntate finger joint. I circa 2.000 mq del rivestimento in legno sono stati realizzati da JOVE nel 2014. Il Rivestimento in legno è stato lasciato al naturale, senza nessun tipo di trattamento protettivo. Nel tempo si ossiderà fino ad assumere un colore grigio uniforme. Guarda il catalogo JOVE 2015

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!